Archive: gennaio 2017


***NEWS***/2 febbraio a Torino: La degustazione di Bere il Territorio

L’Associazione Go Wine propone a Torino con una serata dedicata al Concorso Letterario Nazionale “Bere il Territorio” e a tutti coloro che hanno contribuito a rendere l’iniziativa un punto di riferimento per i giovani appassionati al mondo del vino e della scrittura

All’Albergaccio di Castellina la tradizione non invecchia. E il Chianti ti fa innamorare ancora

di Fernando Pardini
L’errore più grosso è già stato commesso. E l’ho commesso io. Perché ritornare all’Albergaccio di Castellina (in Chianti) dopo “appena” ventisei anni di assenza, va annoverato fra gli errori dello spirito. Punto

A Montorgiali (Gr), dove la strada finisce la Locanda di Torquato delizia

di Roberta Perna
In posti così non ci si passa né ci si finisce per caso. La Locanda di Torquato si trova, infatti, in un piccolo paesino della Maremma grossetana, Montorgiali, dove la strada termina e non porta più da nessuna parte. E proprio qui, dove non c’è più via di uscita, si trova un ristorante che di personalità ne ha da vendere

Rosso Conero, vino rosso marino/4. Le verticali: Conero Riserva Dorico, Moroder e Conero Riserva Rosso Agontano, Garofoli

di Riccardo Farchioni
Ancora due verticali per due punte di diamante della viticoltura marchigiana protesa sull’Adriatico

***NEWS***/Birraio dell’Anno 2016: i vincitori

Assegnato il titolo che premia il miglior produttore italiano di birra: vince Marco Valeriani del birrificio Hammer di Villa d’Adda (BG). Nella categoria Emergenti premiato Conor Gallagher Deeks del birrificio laziale Hilltop

Giovedi 26 gennaio, Hotel Michelangelo di Torino: Autoctono si nasce, atto nono

L’associazione Go Wine inaugura l’anno 2017 a Milano con l’ormai tradizionale appuntamento dedicato ai vini autoctoni italiani. Hotel Michelangelo, Piazza Luigi di Savoia, 6, Torino

Sulle ombre di Parigi la speranza della gastronomia. Alla scoperta del 15° arrondissement

di Corrado Benzio
Si va a Parigi, sotto Natale. Per esempio dal Galilei di Pisa, andata e ritorno fanno 20 euro tasse comprese! Il termometro di Ryanair dà la febbre, e anche alta, per la Ville Lumière. Ecco dunque qualche consiglio per vivere gastronomicamente una città scossa ma sempre vitale

Castello di Neive e i suoi Barbaresco. La costruzione di un amore

di Fernando Pardini
Il vigneto Santo Stefano ti presenta il conto già al solo affacciarsi dal balcone dei Gallina, aprendosi alla vista nella contundente interezza di un morbido abbraccio collinare. Non lo copri con uno sguardo solo, chiede più sguardi, e il suo profilo ha l’ardire di condensare in sé maestosità e rispetto

Qvevri, talhas, ma anche capasoni. Qualche assaggio da “La Terracotta e il Vino”

di Riccardo Farchioni
IMPRUNETA – Allora, riassumiamo: quello che vanno cercando i tanti visitatori che assiepano i banchi d’assaggio qui a “La terracotta e il vino” è probabilmente l’effetto della purezza di un recipiente considerato neutro, che rispetta il risultato naturale della spremitura dell’uva. Un effetto da cercare nei vini di Georgia ed Armenia, di California e Australia, ed anche in tante etichette italiane

Amarone della Valpolicella, dal 28 al 30 gennaio protagonista dell’anteprima dell’annata 2013 al Palazzo della Gran Guardia (Verona)

Italiano, classico e versatile perché perfetto sia per le cene con parenti e amici, sia per festeggiare le occasioni importanti: queste le ragioni che spingono i consumatori statunitensi a scegliere l’Amarone della Valpolicella, dal 28 al 30 gennaio protagonista dell’anteprima dell’annata 2013 al Palazzo della Gran Guardia (Verona)